Giorgio Faletti

Il 4 luglio 2014, dopo sofferta malattia, è mancato l’amato scrittore, attore, compositore e cantante Giorgio Faletti. Le biblioteche comunali di Mira vogliono ricordarlo con le parole di Jeffery Deaver, uno tra gli autori di thriller di maggior successo: Uno come Faletti dalle mie parti si definisce larger than life, uno che diventerà leggenda.

Sei in: Articoli
Ultimo aggiornamento: 18/03/2022
Il 4 luglio, dopo sofferta malattia, è mancato l’amato scrittore, attore, compositore e cantante Giorgio Faletti.
Le biblioteche comunali di Mira vogliono ricordarlo con le parole di Jeffery Deaver, uno tra gli autori di thriller di maggior successo, ‹‹Uno come Faletti dalle mie parti si definisce larger than life, uno che diventerà leggenda››.

Biografia e carriera
Giorgio Faletti nasce ad Asti il 25 novembre 1950, si laurea in Giurisprudenza e negli anni ’70 debutta come cabarettista nel locale milanese Derby, sul cui palco circolavano nello stesso periodo Diego Abatantuono, Teo Teocoli, Massimo Boldi e Paolo Rossi.
Approda in tv ad Antenna 3, nel 1983 partecipa a fianco di Raffaella Carrà a Pronto Raffaella, nel 1985 entra in Drive In, programma televisivo di Antonio Ricci, e nel 1990 partecipa a Fantastico al fianco di Pippo Baudo, Marisa Laurito e Jovanotti e ad altri programmi televisivi di successo.

L’attività musicale
Con gli anni Faletti si avvicina al mondo della musica, nel quale si cimenta sia come cantante che come autore.
Nel 1988 pubblica il mini-album Colletti Bianchi, colonna sonora del telefilm omonimo che lo vede fra i protagonisti. Nel 1991 esce il suo secondo disco Disperato ma non serio e scrive per Mina il pezzo Traditore. L’anno seguente partecipa, in coppia con Orietta Berti, al Festival di Sanremo ma il successo musicale arriva nel 1994 quando si classifica al 2° posto al Festival, aggiudicandosi il Premio della Critica con la canzone Signor tenente, ispirata alle stragi di Capaci e di via D’Amelio. Il pezzo, inserito nell’album Come un cartone animato, viene premiato con un disco di platino. Faletti prosegue la sua attività musicale fino al 2000 quando pubblica il suo sesto ed ultimo album.

L’attività letteraria
Nel 1995 Faletti scrive il suo primo libro Porco mondo che ciò sotto i piedi nel quale si narrano le gesta del suo personaggio più celebre, Vito Catozzo. Nel 2002 Faletti sorprende la critica pubblicando il suo primo thriller, intitolato Io uccido, diventato presto un bestseller da quattro milioni di copie.
Alla fine dello stesso anno viene colpito da un ictus che riesce a superare senza gravi conseguenze.
Nel 2004 esce il suo secondo romanzo, Niente di vero tranne gli occhi, con il quale vende più di tre milioni e mezzo di copie. E l’anno successivo riceve dal Presidente della Repubblica il “Premio De Sica” per la Letteratura. Sempre nel 2005 vince il Premio letterario “La Tore Isola d’Elba”.

Gli ultimi anni fra cinema, letteratura e musica
Nel 2006 recita nel film Notte prima degli esami dove interpreta il ruolo del prof. Antonio Martinelli, spietato docente di lettere che avrà un ruolo minore nel sequel Notte prima degli esami - Oggi. Nell’ottobre 2006 pubblica il suo terzo romanzo Fuori da un evidente destino, i cui diritti sono stati acquistati da Dino De Laurentis per realizzarne un film.
Nel 2007 Faletti torna al Festival di Sanremo come autore della canzone The Show Must Go On, interpretata da Milva. Recita poi nel film Cemento armato, nel ruolo di un vendicativo malavitoso che perseguita il protagonista.
Nel 2008 pubblica la sua prima raccolta di racconti, intitolata Pochi inutili nascondigli, arrivata tra i finalisti del Premio letterario “Piero Chiara”.
Nella primavera del 2009 esce il romanzo, Io sono Dio dal notevole successo di vendite e nello stesso anno scrive Gli anni che non hai per Marco Masini. Ancora nel 2009 recita in Baarìa, film di Giuseppe Tornatore e ne Il sorteggio di Giacomo Campiotti.
Alla fine del 2010 viene pubblicato Appunti di un venditore di donne, primo romanzo dello scrittore ambientato in Italia e subito in testa alle classifiche di vendita. In occasione del “Festivaletteratura” di Mantova del 2011 lo scrittore annuncia il suo settimo romanzo, Tre atti e due tempi, pubblicato il 4 novembre 2011 ed ambientato nel mondo del calcio.
Nel 2012, l’impegno e i successi in campo letterario gli valsero la nomina a presidente della Biblioteca Astense, per volere dell’amico Massimo Cotto, Assessore alla cultura di Asti.
Nell’autunno del 2013 porta in scena per una breve tournée lo spettacolo musicale Nudo e Crudo, scritto assieme a Massimo Cotto e fatto di aneddoti, riflessioni e ricordi di vita.
L’ultimo messaggio di Faletti su Facebook: A volte immaginare la verità è molto peggio che sapere una brutta verità. La certezza può essere dolore. L'incertezza è pura agonia.
To top

Ricerca

Visualizza

Eventi / Avvisi

Bibliografie

Percorsi tematici

Ricerca semplice

Visualizza

Ricerca per area

Visualizza

Ricerca strutturata

Visualizza