Gertrude Bell

Archeologa, esploratrice, agente segreto

Sei in: Articoli
Ultimo aggiornamento: 07/01/2021
Gertrude Bell nacque il 14 luglio 1868 a Washington Hall nella contea inglese di County Durham da una famiglia benestante: suo nonno era l'industriale Isaac Lowthian Bell. All'età di 16 anni si iscrisse al Lady Margaret Hall di Oxford, dove si diplomò a pieni voti in materie storiche in soli due anni. Bell, nel maggio del 1892, lasciò Oxford e prese a viaggiare alla volta della Persia per visitarla. Descrisse il suo viaggio in un libro, dal titolo Persian Pictures. Passò gran parte del decennio successivo a viaggiare per il mondo, a praticare alpinismo in Svizzera e a sviluppare la sua passione per l'archeologia e le lingue. Parlava infatti fluentemente arabo, francese, tedesco, italiano, persiano e turco. Nel 1899 Bell tornò ancora nel Vicino Oriente. Visitò la Palestina e la Siria ottomane e nel 1900 si trasferì a Gerusalemme. Adottò senza imbarazzi l'abbigliamento tipico dei beduini per prendere contatto con i Drusi. Una volta giunta nella regione del Gebel Druso avviò rapporti amichevoli con il loro signore, Yahya Bey. Nel 1905, Bell girò in lungo e in largo quelle contrade arabe, studiandone le rovine archeologiche e risiedendo talora tra i Drusi e i Beni Sakhr, incontrando un gran numero di loro capi, emiri e shaykh. Pubblicò le sue osservazioni in un libro destinato a essere ampiamente apprezzato, intitolato Syria: The Desert and the Sown, uscito nel 1907. Vi descrisse e approfondì il suo viaggio nelle città della Grande Siria (bilas al-Sham), quali Damasco, Gerusalemme, Beirut, Antiochia e Alessandretta, documentandolo con le sue foto. Le vivide descrizioni di Bell fecero conoscere i deserti arabi al mondo occidentale, che di essi ignorava pressoché ogni cosa. Nel marzo del 1907, Bell viaggiò verso la Turchia ottomana e cominciò a operare con l'archeologo biblista e neo-testamentario Sir William M. Ramsey. I loro scavi furono descritti nell'opera A Thousand and One Churches. Nel gennaio 1909, si mosse per raggiungere la Mesopotamia. Visitò la città ittita di Carchemish, disegnandone l'area e descrivendo le rovine del sito preislamico lakhmide di Ukhaydir; visitò anche Babilonia e Najaf. Tornata a Carchemish, consultò due archeologi che lavoravano in quell'area. Uno di essi era Thomas Edward Lawrence. Il suo viaggio arabo del 1913 fu in linea di massima faticoso e difficoltoso. Bell era appena la seconda donna occidentale a visitare Ha'il (la prima era stata Lady Anne Blunt).

Per saperne di più

In biblioteca trovi

La regina del deserto / Georgina Howell ; traduzione dall'inglese di Alessandro Zabini. - Vicenza : Neri Pozza, c2015. - 605 p. ; 22 cm. - (Le tavole d'oro)

Risorse on-line
Gertrude Bell su Wikipedia
Al Khatun. Storia di Gertrude Bell, regina del deserto di Diego Bolchini
Queen of the Desert: Incredible life of Gertrude Bell the Oxford-educated adventurer and diplomat who explored the Middle East with Lawrence of Arabia by Joseph Curtis (testo in inglese con ampia selezione di fotografie)

Percorsi collegati

To top

Ricerca

Visualizza

Eventi / Avvisi

Bibliografie

Percorsi tematici

Ricerca semplice

Visualizza

Ricerca per area

Visualizza

Ricerca strutturata

Visualizza