Vero come la finzione

un film del 2006 diretto da Marc Forster

Creato da:
Gerardo
Sei in: Bibliografie
Ultimo aggiornamento: 16/07/2021

"Questa è la storia di Harold Crick... e del suo orologio da polso. Harold Crick era un uomo di numeri, di calcoli infiniti e di pochissime parole". Così inizia questo film e con esso l'insolito e inquietante incrociarsi delle vite di Kay e Harold.
Harold di professione è ispettore del fisco. La sua vita è solitaria e regolare, banale, priva di slanci emotivi e interessi particolari, scandita con precisione dal timer del suo orologio. Harold conta i gradini salendo e scendendo le scale, i passaggi dello spazzolino quando lava i denti, ecc. Un giorno come tanti, sente la voce di una donna che descrive la sua vita come farebbe il narratore onnisciente di un romanzo. Dopo un'iniziale perplessità, Harold si allarma rendendosi conto che la voce sembra predire la sua morte imminente. Rivoltosi al professore di letteratura Jules Hilbert, dietro consiglio di una psicologa, Harold apprende che la voce "fuori campo" che sente continuamente è quella della scrittrice Kay Eiffel, nota per far morire i suoi personaggi. Nel frattempo, in un punto imprecisato della città, Kay è affiancata da Penny Escher, segretaria, il cui compito è spronare la scrittrice, bloccata proprio sul finale, a terminare il suo ultimo romanzo, che vede come protagonista un tale di nome Harold Crick, agente del fisco...

 

Per vedere la scheda del film su Wikipedia clicca qui

 

Consigliato da
Gerardo
Lo consiglio perché ritengo che sia, nell’oceano sconfinato delle commedie, la più sottovalutata degli ultimi anni: brillante, intelligente, mai volgare, con una trama inconsueta. Will Ferrell, quasi sempre impegnato in parti demenziali, qui è al suo meglio in un ruolo maturo, divertente e commovente. Il suo personaggio, banale, grigio e inquadrato, è pronto a lasciarsi andare per la prima volta proprio nel momento in cui è l’incertezza a governare la sua vita. E il suo sguardo malinconico e speranzoso è lo sguardo titubante di tutti quando non sappiamo se una situazione grottesca che viviamo sia in realtà commedia o tragedia. Un vero gioiello, con attori perfettamente assortiti (da menzionare il cameo di Tom Hulce, il Mozart di “Amadeus”, quasi scomparso dalle scene), tra cui fanno bella mostra i due giganti Dustin Hoffman ed Emma Thompson che, anche se relegati a comprimari, si prestano al gioco completando con talento e ironia una tavolozza a cui non manca un solo colore.
copertina Vero come la finzione [DVD]

Vero come la finzione [DVD]

/ [directed by Marc Forster]
La vita di Harold Crick era una vita normale e ordinata fin quando non ha cominciato a sentire una ...
To top

Ricerca

Visualizza

Eventi / Avvisi

Bibliografie

Percorsi tematici

Ricerca semplice

Visualizza

Ricerca per area

Visualizza

Ricerca strutturata

Visualizza