Roald Dahl


Roald Dahl (Llandaff, 13 settembre 1916 – Oxford, 23 novembre 1990), un autore poliedrico, complesso e amato da migliaia di bambini.

La vita
Roald Dahl nasce in Galles a Llandaf il 13 settembre 1916 da genitori norvegesi. Dopo la perdita della sorellina  Ari e successivamente del padre  Harold quando lui aveva solo tre anni, Roald crescerà con la madre Sofie,  le tre sorelle e  i due fratellastri avuti da Harald con la prima moglie. 
La madre ebbe un ruolo fondamentale nella sua vita, e quando era piccolo alla sera adorava ascoltare le storie che raccontava a lui e alle sue sorelle. A volte erano storie inglesi altre scandinave, leggende norvegesi alcune erano inventate altre ispirate da quelle di altri autori come Peter Christian Asbjornsen o Jorgen Moe. Queste storie colpirono molto Dahl e in seguito avrebbe riutilizzato i temi per reinventarle a modo suo.
Roald  fu per Sofie “la luce dei suoi occhi” e Dahl l’avrebbe definita “indubbiamente la principale influenza della mia vita”. Quando entrò al collegio Ss. Peter intraprese con la madre una fervida corrispondenza epistolare che durò fino alla morte di lei. Lo scrittore le renderà omaggio con il personaggio della nonna in Le streghe.
Con la scuola non ebbe un buon rapporto, anzi fu un’esperienza fatta di punizioni corporali, insegnanti dittatoriali che segneranno indubbiamente la sua personalità ribelle, ciò nonostante fu sempre un grande amante della lettura.
Dopo la maggiore età si unirà alla spedizione della Società di esplorazione di Terranova, successivamente si dedicherà all’attività di venditore per la Shell a Dar es Salam, per arruolarsi infine nella RAF durante la Seconda Guerra Mondiale.
La sua carriera di scrittore comincerà negli Stati Uniti, prima come giornalista poi come autore di racconti. Il suo primo libro per bambini fu I gremlins, pubblicato nel 1943, da cui successivamente ricavò una sceneggiatura per un progetto avviato con la Disney che però non fu mai realizzato, e da cui trasse ispirazione negli anni ottanta lo sceneggiatore Chris Columbus per il film poi prodotto da Steven Spielberg.



Dopo una serie di racconti per adulti negli anni sessanta cominciò a dedicarsi seriamente alla sua carriera di scrittore per ragazzi. Nel 1961 pubblicò James e la pesca gigante e nel 1964 l’opera che lo portò al maggior successo, La fabbrica di cioccolato, tradotto in 55 lingue e che in italia ha venduto più di 700 mila copie.
Negli anni ottanta pubblicò altri capolavori come il GGG, Matilde e Le streghe, purtroppo però il suo successo professionale fu sempre intervallato da problemi famigliari, prima la morte della figlia Olivia, poi l’incidente del figlio Theo e successivamente la malattia della prima moglie Patricia Neal. Nonostante le varie avversità fu sempre un uomo molto combattivo ed entusiasta della vita.



Roald Dahl morì il 23 novembre 1990.


“Il sognatore dall’immaginazione fervida si contrapponeva al freddo osservatore, lo spaccone vanaglorioso allo schivo coltivatore di orchidee, lo spavaldo alunno del collegio privato all’emarginato vulnerabile, che non si inserì mai completamente nell’establishment inglese, sebbene amasse definirsi  «molto inglese […], davvero molto inglese». Il piacere che Roald recava da semplici cose (giardinaggio, birwatching, bocce e golf) era controbilanciato dall’attrazione che esercitavano su di lui l’ambiente sofisticato degli alberghi lussuosi, delle ricche località turistiche e dei casinò eleganti. I suoi gusti in fatto di pittuta, mobili, libri e musica erano raffinati ed elevati, ma al tempo stesso Dahl era profondamente anti-intelletuale. Poteva essere un prepotente, ma si vantava di difendere  i più deboli. Per un uomo che gradiva sempre un punto di vista ben definito, tali incongruenze non erano del tutto inaspettate. Con Roald, infatti, raramente c’erano sfumature di grigio. Avrei inoltre  scoperto che, allo stesso modo in cui rivedeva i suoi manoscritti, riscriveva anche la sua storia, preferendo rivelare la sua vita privata solo quando era quasi romanzata e pertanto quando poteva esercitarvi un certo controllo. Molte cose nel suo passato lo mettevano a disagio e la narrazione di una storia gli conferiva potere su quella vulnerabilità.” p. 21-22

"E’ ricordato come un uomo caratterialmente difficile e nello stesso tempo carismatico, una delle frasi preferite che amava dispensare , era : “sempre avanti”. Un moto che caratterizzò profondamente il suo modo di vivere, come il suo antenato norvegese Hesselberg anche lui di rado guardava indietro: preferiva mille volte di più guardare avanti." p. 25
  
“Si definiva un padre di famiglia che viveva in un modesto paesino inglese, ma al contempo era sposato con un’attrice vincitrice del premio Oscar e frequentava presidenti, politici, diplomatici e spie. “ p. 26

"Gli piaceva comparire in pubblico e amava essere polemico."p. 26

“Era un enigma."p.26

"-capace di comportarsi in modo furbo quanto le volpi che ammirava tanto”p.26

"Dahl non si integrò mai con il suo paese, gli inglesi lo consideravano strambo, chi lo conosceva invece non poteva non rimanere affascinato come il suo migliore amico invece che lo definiva semplicemente “straniero”."p. 28

(Citazioni tratte da Roald Dahl : il cantastorie di Donald Sturroc)

Cronologia della vita e delle opere
  • 1916 Roald nasce il 13 settembre a Llandaff, nel Galles, da genitori norvegesi.
  • 1920 Sua sorella Astri, di appena sette anni, muore di appendicite. Dopo pochi mesi scompare anche il padre Harald.
  • 1923 Roald comincia a frequentare la Llandaff Cathedral School.
  • 1925 Entra nella St. Peter School a Weston Super Mares.
  • 1929 Comincia la Repton Public School nel Derby.
  • 1934 Si diploma a Repton e viene assunto dalla compagnia petrolifera Shell a Londra.
  • 1938 Dopo un periodo di formazione viene inviato dalla Shell in Africaorientale.
  • 1939 Entra nella Royal Air Force a Nairobi, in Kenya, e diventa pilota di guerra.
  • 1940 Viene abbattuto con il proprio aereo in Libia e subisce gravi ferite al cranio.
  • 1941 Ripresosi dall’incidente, raggiunge la sua squadra in Grecia. Combatte nei cieli di Atene, ma per problemi di salute viene rispedito in Inghilterra.
  • 1942 Viene chiamato all’ambasciata inglese di Washington. Il racconto Un gioco da ragazzi compare sul quotidiano Saturday Evening Post.
  • 1943 Viene pubblicato il suo primo libro: I Gremlins.
  • 1944 Roald comincia a pubblicare racconti sui maggiori periodici degli Stati Uniti.
  • 1945 Torna in Inghilterra per assistere l’adorata madre Sophie.
  • 1946 Viene pubblicata una raccolta dei racconti con il titolo di Over to you.
  • 1948 Roald comincia a dividere il suo tempo tra New York e l’Inghilterra.
  • 1951 Incontra la sua futura moglie Patricia Neal.
  • 1953 Si sposa con lei il 2 luglio.
  • 1954 Acquista "Little Whittfield", in seguito rinominata "Gipsy House", nel Great Missenden, in Inghilterra. Grazie ai suoi racconti gli vengono conferiti l’Edgar Allan Poe Award e il Mystery Writers of America Award.
  • 1955 Nasce la primogenita Olivia.
  • 1957 Nasce la sua secondogenita, Tessa.
  • 1959 Gli vengono conferiti per la seconda volta l’Edgar Allan Poe Award e ilMystery Writers of America Award.
  • 1960 Nasce il figlio Theo. Poco tempo dopo, il bambino viene investito da un taxi a New York e riporta gravi ferite alla testa.
  • 1961 Roald cura un programma televisivo dal titolo Way Out.
  • 1962 La figlia Olivia muore per una grave malattia al cervello. Viene pubblicato La pesca gigante.
  • 1964 Nasce la quarta figlia: Ophelia. Viene pubblicato La fabbrica di cioccolato.
  • 1965 Esce il film per la Tv Parson’s Pleasure. La moglie Patricia in stato interessante si ammala. In agosto nasce la figlia Lucy.
  • 1966 È l’anno di Il dito magico.
  • 1967 Muore sua madre Sophie. Esce un film dal titoloYou Only Live Twice.
  • 1968 Viene pubblicata una selezione delle storie di Roald Dahl.
  • 1970 Viene pubblicato Furbo, il signor Volpe.
  • 1971 Esce il film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, interpretato da Gene Wilder.
  • 1972 Viene pubblicato Il grande ascensore di cristallo e vince il New England Round Table of Children’s Librarians Award per Charlie e la fabbrica di cioccolato.
  • 1973 Vince il Surrey School Award, sempre per Charlie e la fabbrica di cioccolato.
  • 1975 Viene pubblicato Danny il campione del mondo e vince ancora ilSurrey School Award per Il grande ascensore di cristallo.
  • 1979 Viene pubblicato Il coccodrillo enorme. Vince il Nene Award per Il grande ascensore di cristallo e il Surrey School Award per Danny il campione del mondo.
  • 1979 Si separa dalla moglie Patricia. Viene pubblicato il racconto per adultiMio zio Oswald e il programma televisivo Tales of Unespected. Vince laCalifornia Young Reader Medal per Danny il campione del mondo.
  • 1980 Viene pubblicato Gli Sporcelli, la raccolta per adulti More Tales of the Unespected, e una seconda raccolta per adulti Nine Short Stories. Vince il terzo Mistery Writers of America Award.
  • 1981 Esce La magica medicina e Further Tales of the Unespected. Esce anche un film sulla ex moglie dal titolo Patricia Neal Story.
  • 1982 Viene pubblicato Il GGG e Versi perversi. Vince il Federation of Children’s Book Groups Award per Il GGG e il Massachussetts Children’s Award per La pesca gigante.
  • 1983 Vengono pubblicati Le streghe, Sporche bestie e Il libro delle storie di fantasmi. Vince il New York Times Outstanding Books Award e il Whitbread Award per Le streghe. Vince anche il World Fantasy Convention Lifetime Achievement Award e il Federation of Children’s Book Group Award. Divorzia da Patricia Neal e sposa Felicity Crosland.
  • 1984 Viene pubblicato Boy.
  • 1985 Viene pubblicato Io, la giraffa e il pellicano. Vince ilKurt Maschler Award per Io, la giraffa e il pellicano e il Boston Globe Horn Book Nonfiction Honor Citation perBoy.
  • 1986 Escono In solitario. Diario di volo, Completely Unespected Tales, Two Fables e The Roald Dahl Omnibus. Vince il West Australian Award per Le streghe, l’International Board on Books for Young People Award per le traduzioni tedesca e norvegese di Il GGG.
  • 1988 Esce Matilde.
  • 1989 Escono i film di Il GGG e di Danny il campione del mondo.
  • 1990 Viene pubblicato Agura Trat. Esce il film Le streghe. Vince il premioSmarties Award per Agura Trat. Muore il 23 novembre a Oxford, in Inghilterra.
   (Cronologia tratta da Letture, Anno 58 - N. 599 - agosto-settembre 2003)



Ultimo aggiornamento
24/08/2017