Paolo Ganz: scrittori del nord-est


Paolo Ganz

Nato a Venezia il 18 novembre 1957. Amante della musica e musicista è tra i primi autori in Italia di metodo per armonica, ha scritto libri le cui storie ruotano attorno al mondo della musica come “Nel nome del Blues”, “Armonicomio” e “Venice Rock ‘n’ roll”, per poi passare a libri la cui ambientazione principale è la sua Venezia, lontana dagli stereotipi da cartolina e pregna di tratti autobiografici, come quelli inseriti nel libro “Calle dei bombardieri”. Il giallo veneziano di “Perché a nessuno piace il mio caffé?” è il primo di una trilogia che vede come protagonista il veneziano Denis Bortolato. Nel 2013 ha pubblicato una raccolta di poesie d’amore dal titolo “Lucernari” illustrata con le incisioni di Gino Di Pieri, mentre di quest’anno sono “Il racconto degli zattieri”, il cui testo è la base per uno spettacolo dello stesso Ganz e “Piccolo taccuino Adriatico” da cui sono tratte queste poche righe:

«Quando la nave salpa per un po' si rimane a poppa
a guardare il molo che si allontana.
Possiamo rimanerci pochi minuti o anche un'ora,
dipende da cosa lasciamo.
Poi andiamo a prua,
e allora il vento ci si infila sotto la giacca
e ci scompiglia i capelli.
È quello il momento in cui il nuovo viaggio ha veramente inizio.»
Ultimo aggiornamento
20/09/2017