Carnefici: i luoghi dello sterminio

INTRODUZIONE
Tra il 1933 e il 1945, la Germania Nazista e i loro alleati crearono più di 40.000 campi di concentramento e altre strutture carcerarie. Questi campi furono usati per diversi scopi, tra i quali i lavori forzati, la detenzione di chi era considerato nemico dello Stato, e l'eliminazione in massa dei prigionieri. Il numero complessivo di queste strutture continua a crescere grazie all'analisi dei dati lasciati dai Nazisti stessi.

I PRIMI CAMPI
Fin dal suo avvento al potere, avvenuto nel 1933, il regime Nazista aveva cominciato a realizzare una serie di strutture destinate a imprigionare e poi eliminare i cosiddetti “nemici dello Stato”. La maggior parte dei prigionieri, in quel primo periodo, era costituita da cittadini tedeschi: comunisti, socialisti, social-democratici, Rom (Zingari), Testimoni di Geova, omosessuali, e individui accusati di comportamenti ritenuti asociali o devianti. Queste strutture venivano chiamate “campi di concentramento” in quanto servivano a “concentrare” fisicamente i prigionieri in un unico luogo.
Dopo l’annessione dell’Austria alla Germania, nel marzo 1938, i Nazisti cominciarono ad arrestare gli Ebrei tedeschi ed austriaci e a imprigionarli nei campi di concentramento di Dachau, Buchenwald e Sachsenhausen, in Germania. Dopo i violenti pogrom della Notte dei Cristalli (Kristallnacht) nel novembre del 1938, i Nazisti cominciarono ad arrestare in massa gli Ebrei adulti di sesso maschile, incarcerandoli poi nei campi per brevi periodi.

CAMPI DESTINATI AI PRIGIONIERI DI GUERRA E AI LAVORI FORZATI
Dopo l’invasione della Polonia, nel settembre 1939, i Nazisti costruirono diversi campi dove i prigionieri erano costretti ai lavori forzati e dove migliaia di loro morirono a causa della fatica, della malnutrizione o dell'esposizione alle intemperie. La direzione e la conduzione dei campi di concentramento erano affidate a unità delle SS. Durante la Seconda Guerra Mondiale, la rete dei campi nazisti si ampliò rapidamente. In alcuni di essi, i medici nazisti usarono i prigionieri come cavie per i loro esperimenti.
Dopo l'invasione dell’Unione Sovietica, iniziata nel giugno del 1941, i Nazisti aumentarono il numero di campi destinati ai prigionieri di guerra, costruendonli accanto ai complessi già esistenti nella Polonia occupata, come ad esempio quello di Auschwitz. Il campo costruito vicino a Lublino - aperto nell’autunno del 1941 e conosciuto poi come il campo di Majdanek - fu destinato inizialmente a ospitare prigionieri di guerra e diventò un vero e proprio campo di concentramento nel 1943. Migliaia di prigionieri di guerra sovietici furono uccisi a Majdanek, o tramite fucilazione o asfissiati con il gas.

I CENTRI DI STERMINIO
Per realizzare la “Soluzione Finale” (il genocidio o eliminazione di massa degli Ebrei) i Nazisti costruirono diversi campi di sterminio in Polonia, il paese con la popolazione ebraica più numerosa. I campi di sterminio furono progettati con l’obiettivo di creare un’efficiente macchina per l’eliminazione in massa dei prigionieri. Tra questi, Chelmno fu il primo a essere realizzato e divenne operativo nel dicembre 1941. Qui Ebrei e Rom venivano uccisi con i gas di scarico di furgoni che erano stati appositamente modificati. Nel 1942, i Nazisti misero in funzione i campi di sterminio di Belzec, Sobibor e Treblinka per eliminare gli Ebrei del Governatorato Generale (il territorio all’interno della Polonia occupata dai Tedeschi).
I Nazisti costruirono le camere a gas (cioè ampi vani in cui i prigionieri venivano uccisi con il gas velenoso) per attuare lo sterminio in modo efficiente, ma anche perchè questo metodo rendeva il processo più impersonale per coloro che dovevano portarlo a termine. Il sottocampo di sterminio di Birkenau, che faceva parte del complesso di Auschwitz, era dotato di quattro camere a gas, nelle quali, durante il periodo in cui le deportazioni raggiunsero la maggiore intensità, furono uccisi fino a 6.000 Ebrei al giorno.
Durante la Conferenza di Wannsee, tenutasi a Berlino nel gennaio 1942, le SS (la guardia speciale d'elite dello stato nazista) e i rappresentanti dei ministeri del governo tedesco stimarono che la Soluzione Finale (il piano nazista per l'eliminazione degli Ebrei d'Europa) avrebbe coinvolto 11 milioni di Ebrei, inclusi quelli di paesi in quel momento non occupati, come l'Irlanda, la Svezia, la Turchia e la Gran Bretagna. Molti degli Ebrei che vivevano in Germania e nelle zone europee occupate furono deportati tramite convogli ferroviari nei campi di sterminio situati nella Polonia occupata, dove vennero uccisi. I Tedeschi cercarono di celare le loro intenzioni riferendosi alle deportazioni come a "re-insediamenti a est"; alle vittime veniva detto che sarebbero state portate nei campi di lavoro, ma in realtà, a partire dal 1942, la deportazione significò per la maggior parte degli Ebrei un breve periodo di transito verso i campi di sterminio e poi la morte.
Gli Ebrei che vivevano nelle zone occupate dai Nazisti venivano spesso prima deportati in campi di transito, come Westerbork, in Olanda, o Drancy in Francia, per poi proseguire verso i campi di sterminio nella Polonia occupata. I campi di transito rappresentavano, di solito, l’ultima fermata prima della deportazione nei campi di sterminio.
Milioni di persone furono imprigionate e subirono maltrattamenti e abusi nei campi di concentramento nazisti. Sotto la direzione delle SS, i Tedeschi e i loro collaboratori assassinarono, nei campi di sterminio, più di tre milioni di Ebrei. Solo un piccolo numero di coloro che furono imprigionati in quei campi riuscì a sopravvivere.



International Holocaust Remembrance Alliance: Raccomandazioni per viaggi di studio presso i luoghi correlati all’Olocausto: scarica il documento cliccando qui -->   revised_guidelines_for_study_tours_to_holocaust-related_sites.pdf

Visita il sito di International Holocaust Remembrance Alliance: International Holocaust Remembrance Alliance riunisce governi ed esperti per rafforzare, promuovere e promuovere l'educazione, la ricerca e la memoria dell'Olocausto e per mantenere gli impegni assunti con la Dichiarazione di Stoccolma del 2000.


Miniatura copertina
Album AuschwitzAlbum Auschwitz / a cura di Israel Gutman, Bella Gutterman e di Marcello Pezzetti per l'edizione italianaLe fotografie raccolte in questo vero e proprio album furono scattate da due SS tra il maggio e il ...
Miniatura copertina
Il libro nero : il genocidio nazista nei territori sovietici, 1941-1945Il libro nero : il genocidio nazista nei territori sovietici, 1941-1945 / Vasilij Grossman e Il'ja ErenburgEra ancora in corso la lotta contro l'occupante tedesco, quando Grossman e Ehrenburg vennero incari...
Miniatura copertina
Auschwitz : i nazisti e la soluzione finaleAuschwitz : i nazisti e la soluzione finale / Laurence ReesIn questo volume l'autore descrive origine e funzionamento di Auschwitz, da campo di prigionia per ...
Miniatura copertina
Procedure finali : politica nazista, lavoratori ebrei, assassini tedeschiProcedure finali : politica nazista, lavoratori ebrei, assassini tedeschi / Christopher R. BrowningIn questo libro Browning intende sciogliere principalmente 3 nodi. Il primo riguarda l'analisi dell...
Miniatura copertina
Auschwitz : la città, il lagerAuschwitz : la città, il lager / Sybille SteinbacherPerché il più grande campo di sterminio del Reich fu costruito proprio in quella cittadina a circa ...
Miniatura copertina
La Risiera di San Sabba [DVD] : storia segreta di un lager italianoLa Risiera di San Sabba [DVD] : storia segreta di un lager italiano / un film di Andrea Prandstallerl documentario del regista padovano Andrea Prandstraller ’La risiera di San Sabba. Storia segreta d...
Miniatura copertina
Babij JarBabij Jar : romanzo-documento / Anatolij Kuznecov«Dio sia lodato, è finito questo regime di pezzenti» dice nonno Semerik, che il potere sovietico lo...
Miniatura copertina
Shoah [Cofanetto]Shoah [Cofanetto] / Claude LanzmannUscito nella sale nel 1985, "Shoah" è un documentario di nove ore che raccoglie le parole di supers...
Miniatura copertina
La crisi dell'Europa e lo sterminio degli ebreiLa crisi dell'Europa e lo sterminio degli ebrei / saggi di Andrej Angrick ... [et al.]La "Storia della Shoah", nata sotto la direzione di un collettivo di studiosi italiani coadiuvati d...
Miniatura copertina
I sommersi e i salvatiI sommersi e i salvati / Primo LeviQuali sono le strutture gerarchiche di un sistema autoritario e quali le tecniche per annientare la...
Miniatura copertina
Le dernier des injustes [DVD] = L'ultimo degli ingiustiLe dernier des injustes [DVD] = L'ultimo degli ingiusti / un film di Claude LanzmannLanzmann ripercorrere la storia del "ghetto modello" - venduta come un'area termale offerta dal reg...
Miniatura copertina
Gli spodestatiGli spodestati / Steve Sem-SandbergQuando alla fine del 1939 i nazisti lo insediano a capo del ghetto di Lòdz, Mordechai Chaim Rumkows...
Miniatura copertina
Diari di guerra delle SSDiari di guerra delle SS / a cura di Carlo Fruttero e Franco LucentiniI giornali e i rapporti compresi in questo libro e recuperati alcuni anni fa nel Černé jezero (Lago...
Miniatura copertina
Storia del Ghetto di VarsaviaStoria del Ghetto di Varsavia / Israel GutmanIl 19 aprile 1943 migliaia di soldati nazisti ricevettero l'ordine di deportare nei campi di stermi...
Miniatura copertina
Dizionario dell'OlocaustoDizionario dell'Olocausto / a cura di Walter Laqueur A cosa potrà mai servire la cura di una buona memoria, quando si tratta di cimentarsi con l’inespl...
Miniatura copertina
Lo storico e il testimone : il campo di lavoro nazista di StarachowiceLo storico e il testimone : il campo di lavoro nazista di Starachowice / Christopher R. Browning8 febbraio 1972. Il settantacinquenne agente di polizia in pensione Walther Becker attende il suo v...
Miniatura copertina
I ghetti di Hitler : voci da una società sotto assedio, 1939-1944I ghetti di Hitler : voci da una società sotto assedio, 1939-1944 / Gustavo CorniIl volume fa ricorso a una vasta messe di diari e memorie. Molti ebrei hanno infatti scritto della ...
Miniatura copertina
Terezin : il ghetto-modello di EichmannTerezin : il ghetto-modello di Eichmann / Benjamin MurmelsteinDegli oltre 140.000 ebrei internati dai nazisti nella città-fortezza di Terezin (nell’attuale Repub...
Miniatura copertina
Il Ghetto di Varsavia : cento foto scattate da un soldato tedesco nel 1941Il Ghetto di Varsavia : cento foto scattate da un soldato tedesco nel 1941 / Joe J. HeydeckerIl trentacinquenne Joe Julius Heydecker, soldato della Wehrmacht, inviato a Varsavia con la compagn...
Miniatura copertina
Tra i giusti : storie perdute dell'olocausto nei paesi arabiTra i giusti : storie perdute dell'olocausto nei paesi arabi / Robert SatloffQuanto è accaduto nel Nord Africa durante l'Olocausto è rimasto fino ad oggi coperto dalla sabbia d...
Miniatura copertina
L'isola in via degli uccelliL'isola in via degli uccelli / Uri OrlevLa seconda guerra mondiale infuria per l'Europa e in Polonia la vita, già difficile per tutti, è pe...
Miniatura copertina
Triangoli rossiTriangoli rossi : i campi di concentramento dimenticati / Boris Pahor"Ogni Giorno della memoria si ripete sempre nello stesso modo: si parla molto di Auschwitz, si parl...
Miniatura copertina
Jasenovac : proceedings of 11. international conference on Holocaust : The Holocaust from the perspective of the 21. century, 3. international conferJasenovac : proceedings of 11. international conference on Holocaust : The Holocaust from the perspective of the 21. century, 3. international confer / [editorial director Zdravko Antonic
Miniatura copertina
Uccideteli tutti : Libia 1943 : gli ebrei nel campo di concentramento fascista di Giado : una storia italianaUccideteli tutti : Libia 1943 : gli ebrei nel campo di concentramento fascista di Giado : una storia italiana / Eric SalernoPochi sanno che il progetto hitleriano della soluzione finale si spinse fino in Nord Africa, tra le...
Miniatura copertina
Jasenovac : spomen podrucje = memorial siteJasenovac : spomen podrucje = memorial site / [authors Tea Bencic Rimay ... [et al.]
Miniatura copertina
L'Unione Sovietica e la Shoah : genocidio, resistenza, rimozioneL'Unione Sovietica e la Shoah : genocidio, resistenza, rimozione / Antonella SalomoniMalgrado le sue dimensioni, la Shoah in Unione Sovietica è rimasta per lungo tempo l'aspetto meno d...
Miniatura copertina
Jasenovac : system of Croatian Ustasha camps of genocide, 1941-1945 : second international conference, Banja Luka - Donja Gradina, may 8-10.2000Jasenovac : system of Croatian Ustasha camps of genocide, 1941-1945 : second international conference, Banja Luka - Donja Gradina, may 8-10.2000 / [editor in chief Zana Ateljevic
Miniatura copertina
Visitare AuschwitzVisitare Auschwitz : guida all'ex campo di concentramento e al sito memoriale / Carlo Saletti, Frediano SessiOgni anno, dall'Italia, più di 60.000 visitatori raggiungono il Lager di Auschwitz; per lo più grup...