Calendario eventi

<< < aprile 2020 > >>
dom lun mar mer gio ven sab
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
Biblioteche

Yva e le altre

1925/1940 Fotografia a Berlino
Auditorium della biblioteca di Oriago

Per il Giorno della Memoria, che ricorre ogni anno il 27 gennaio, il Comune di Mira, Assessorato alla Cultura, in collaborazione con "CameraD", associazione CID-CentroIdeaDonna, invita all'incontro pubblico "Yva e le altre".
L'evento, a cura di Maria Cristina Marzola e Maria Pia Miani, si terrà venerdì 31 gennaio 2014 alle ore 18.20, presso l'Auditorium della biblioteca di Oriago.

Questo incontro "Yva e le altre" propone al pubblico la conoscenza della vita e dell'opera fotografica di Else Ernestine Neulander-Simon detta Yva, con la proiezione di sue immagini , precedenti all'internamento nel lager di Majdanek, e con alcune testimonianze dell'epoca. Non ci si limita a commemorare Yva, ebrea berlinese, morta nel '42 come tante vittime del nazismo, ma si vuole onorare e valorizzare la sua arte, insieme a quella di altre fotografe e fotografi di Berlino degli anni dal 1925 al '40. In quei tempi nasce una nuova visione fotografica e si affermano movimenti europei di avanguardia in tutte le arti, come il famoso "Bauhaus". Ma dal '33 in poi, molte/i artiste/i dovranno fuggire dalle persecuzioni razziali, come sapremo dalle autobiografie di Gisele Freud e di Helmut Newton; o subiranno lo sterminio antisemita , come Yva. Le riflessioni della scrittrice Etty Hillesum , morta ad Auschwitz nel '43, ci ripropongono il vissuto di quell'atroce esperienza, nella prospettiva di speranza in un possibile futuro di pace.

Oggi è ancora possibile raccogliere l'eredità che Yva, le altre e gli altri ci hanno lasciato, con le loro immagini originali e stimolanti?

Perchè le loro idee e opere suscitano tanto scandalo e furono condannate come "arte depravata"?

Scopriamo se oggi possiamo considerare ancora valide quelle sperimentazioni, allora proibite, se sono ancora attuali.

Possiamo studiarle e sperimentarle, nella ricerca fotografica contemporanea, e valorizzarle nella storia dell'arte moderna?

Destinatari

Ultimo aggiornamento
12/03/2015